Tutto quel “cattivismo”, sul web e per strada (altro che buonismo…)

di venerdì, 16 settembre, 2016 0 , link 0

Tiziana Cantone si è uccisa, oppressa dalla vergogna dopo avere commesso un’ingenuità veicolata dal web. Nelle stesse ore un operaio è stato travolto (volontariamente, a quanto pare) da un camionista. E le “amiche” di una minorenne l’hanno filmata divertite mentre, inebetita dall’alcol, veniva violentata.

Il punto non sta tanto nell’utilizzo, più o meno responsabile, dei social. Nel web e nella piazza, il punto siamo noi. La nostra capacità di comprendere quali effetti le azioni compiute potrebbero procurare agli altri. Nell’epoca in cui molti denunciano un eccesso di buonismo, io riscontro un crescente “cattivismo”.

Ne parlo in questo video.

0

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *